HomeInfoRitrattoPrestazioni Pubblicazioni Traduttrici e traduttoriContattoLinksArchivio
Partner


Breve storia
Scopi
Prestazioni
Antenne latine
Statuti
Iscrizioni
Partner



   

f | d

Partner

 

ProLitteris

Fondazione sociale di ProLitteris

Fondazione Forberg

Società Svizzera degli Autori (SSA)

Suisseculture

Suisseculture Sociale

Buchlobby Schweiz

European Writers‘ Council (EWC)

Conseil Européen des Associations de Traducteurs littéraires (CEATL)

Piattaforma web svizzera per la mediazione culturale

Società svizzere di gestione

 


ProLitteris – Società svizzera per i diritti d’autore nel campo della letteratura, delle arti figurative e della fotografia

 

Il compito principale di ProLitteris è riscuotere le indennità auspicabili per le opere dei suoi membri, ovvero scrittori, giornalisti, saggisti, editori o operatori dell’arte figurativa e fotografica, e inoltrarle ai beneficiari rispettando le disposizioni stabilite. Le indennità riscosse sono soprattutto dovute a fotocopie e all’uso in rete, si tratta quindi di indennità debite alla riproduzione parziale di opere, tutelate dal diritto d’autore, per l’informazione e la documentazione interna, tramite fotocopiatrici, stampanti laser, apparecchi multifunzionali o tramite una rete digitale interna. ProLitteris riscuote le indennità presso aziende, scuole, biblioteche e la pubblica amministrazione.

L’iscrizione a ProLitteris è gratuita ed è possibile sia per i singoli autori, sia per gli editori. ProLitteris, fondata nel 1974, oggi conta ben 7300 autori e 700 editori.

Per diventare membro, l’autore o l’editore, deve aver creato delle opere che possono essere utilizzate da terzi. I libri e gli articoli di giornale devono essere stati pubblicati ed essere disponibili a pagamento in Svizzera. Ogni singolo membro, infatti, ottiene un’indennità per le fotocopie e l’uso in rete corrispettiva alla reperibilità della sua opera; la distribuzione delle indennità si basa sull’iscrizione delle opere.

La radio e la televisione trasmettono regolarmente opere tutelate dal diritto d’autore e comunicano a ProLitteris la data e la durata delle singole trasmissioni (radiodrammi, letture letterarie, sketch, ecc), così ProLitteris ha modo di calcolare le indennità che poi riscuote presso l’istituzione in questione e le inoltra ai propri membri.

Chi vuole stampare un’opera d’arte figurativa o una fotografia e diffonderne la riproduzione deve avere il consenso dell’autore o del successore legale e pagare un’indennità per l’uso dell’opera. I membri di ProLitteris hanno inoltre la possibilità di cedere all’associazione i diritti di riproduzione delle loro opere d’arte figurativa e fotografica; in questo caso ProLitteris, sempre consultando l’autore, può dare il permesso per l’utilizzo dell’opera e ne riscuote le indennità per il membro in questione, basandosi sulla tariffa per l’utilizzo dell’immagine.

La Fondazione sociale di ProLitteris paga delle prestazioni d’assistenza agli autori in difficoltà.

Una volta raggiunta l’età della pensione, gli autori, se soddisfatte alcune condizioni, ottengono un reddito annuo.

 

Contatto: ProLitteris, casella postale, CH-8033 Zurigo, tel.: +41 43 300 66 20 (dalle ore 9 alle 12), fax: +41 43 300 66 68, mitglieder(at)prolitteris.ch, www.prolitteris.ch

 



Fondazione sociale di ProLitteris

 

La Fondazione sociale di ProLitteris è stata fondata nel 1981. Pagando delle pensioni vecchiaia, se soddisfatte alcune condizioni, o aiutando gli autori o i loro eredi in difficoltà, la fondazione contribuisce alla sicurezza sociale dei membri di ProLitteris.

 

Hanno diritto alla pensione vecchiaia tutti gli autori membri di ProLitteris purché

- abbiano raggiunto l’età della pensione

- siano stati membri per almeno 10 anni consecutivi prima di raggiungere l’età della pensione

- durante il periodo d’adesione a ProLitteris abbiano ottenuto indennità per i diritti d’autore di un totale minimo di CHF 1‘000.–

- dimostrino di non percepire un reddito imponibile superiore ai CHF 50‘000.– .

 

La pensione viene calcolata in base a criteri specifici ristabiliti ogni anno dal consiglio della Fondazione sociale. L’ammonto della pensione dipende d’un canto dal reddito imponibile del candidato in questione, d’altro canto dal totale delle indennità per i diritti d’autore ottenute durante il periodo d’adesione a ProLitteris.

 

Tutti gli autori membri di ProLitteris hanno il diritto di richiedere dei sussidi. Il consiglio della Fondazione sociale esamina ogni richiesta e decide se è necessario concedere un sussidio per superare le difficoltà economiche in base ai documenti ottenuti e alla situazione individuale. Inoltre ProLitteris può mettere a disposizione dei richiedenti di sussidio, consulenti specifici che aiutano ad esempio a fare il punto della situazione finanziaria e offrono assistenza nelle questioni burocratiche, assicurative o nel contatto con le autorità.

 

Contatto: Fondazione sociale di ProLitteris, Marianne Fabrin, casella postale, CH-8033 Zurigo, tel.: +41 43 300 66 72 (mercoledì e giovedì, dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 14 alle 16.30), fabrin(at)prolitteris.ch, www.prolitteris.ch/set.asp?go=/wis/uhv/uhv.asp

 



Fondazione Forberg

 

La fondazione Forberg sostiene gli artisti professionisti che vengono a trovarsi in una situazione personale difficile e che necessitano di aiuto. Per superare questa situazione difficile possono chiedere dei contributi finanziari.

 

Condizioni: situazione difficile sul piano personale e finanziario (causata per esempio da malattia o infortunio); attività artistica pluriennale in qualità di autore (in qualsiasi campo artistico); età minima, 40 anni; legame con la Svizzera (luogo di residenza o nazionalità).

 

Sono esclusi: contributi per un'opera; contributi per la realizzazione di un progetto e per la sua promozione; borse per residenze artistiche; contributi per l'allestimento di mostre ed esposizioni; contributi per i costi di stampa; contributi per l'acquisto di strumenti musicali o strumenti di lavoro; contributi per la formazione professionale o per la formazione continua; solvenza di debiti; contribuzioni per il sostentamento a lunga scadenza.

 

Le richieste scritte, corredate da una descrizione della condizione d'indigenza e della situazione finanziaria, e accompagnate da una copia compilata del formulario di richiesta, possono essere inviate in qualsiasi momento a: Fondazione Forberg, casella postale 287, 3000 Berna 7.

 

Il formulario di richiesta e informazioni supplementari sulla fondazione sono disponibili sul sito internet www.forbergstiftung.org. Per favore non inviare nessuna richiesta per e-mail.

 

 

Oltre agli aiuti finanziari, la Fondazione Forberg mette a disposizione anche un servizio di consulenza. Agli artisti e alle artiste viene infatti offerta la possibilità di intrattenere discussioni personali con degli specialisti al fine di elaborare insieme soluzioni a lungo termine.

 

Das NETZ — rete di consulenza e sostegno per artisti in difficoltà — è un ente comune indipendente sostenuto da quattro fondazioni del settore della cultura che può offrire consulenza e accompagnamento sociali agli artisti in difficoltà.

 

Specialisti del settore sociale, che operano su mandato delle fondazioni e con l'accordo con i/le richiedenti, sono a disposizione in tutte le regioni lingustiche della Svizzera.

 

Das NETZ è promossa da quattro fondazioni: la Fondazione Forberg, la Fondazione sociale di ProLitteris, il Fondo di solidarietà di SUISSIMAGE e la Fondazione di previdenza della SUISA.

 

Possibili finalità dell'attività di consulenza: analisi della situazione finanziaria e allestimento di un budget; consulenza in merito ai diritti da far valere nei confronti di assicurazioni sociali e assicurazioni malattia; consulenza; eventualmente, servizio di accompagnamento presso le istituzioni; consulenza riguardo il mercato del lavoro e in caso di disoccupazione; assistenza durante la vecchiaia e in caso di malattia grave; intermediazione da parte di uffici di consulenza specializzati, ad esempio avvocati, medici, terapeuti, uffici di risanamento debiti.

 

Contatto: Fondazione Forberg, casella postale 287, 3000 Berna 7, info(at)forbergstiftung.org, www.forbergstiftung.org

 


Società Svizzera degli Autori (SSA)

 

La SSA è una cooperativa di autrici e autori dell’arte drammatica, dell’arte drammatica musicale, della coreografia, dell’arte audiovisiva e multimediale. La SSA tutela i diritti patrimoniali d’autore dei suoi membri in Svizzera e nel Liechtenstein e valorizza lo statuto dell’avente diritto d’autore. La SSA agisce da intermediario tra gli utilizzatori delle opere e gli autori, offre sostegno per i contratti individuali e promuove la stipulazione di contratti equi e ai sensi della legge. La SSA inoltre gestisce un fondo culturale, un fondo di solidarietà, nonché una fondazione per la previdenza.

 

Contatto: Società Svizzera degli Autori (SSA), Rue Centrale 12/14, CH-1003 Losanna, tel.: +41 21 313 44 55, fax: +41 21 313 44 56, info(at)ssa.ch, www.ssa.ch

 



Suisseculture

 

Suisseculture è l’associazione mantello delle organizzazioni dei professionisti in ambito culturale e mediatico in Svizzera e delle società svizzere dei diritti d’autore. L’associazione mantello Suisseculture si occupa soprattutto di interessi nazionali e generali delle associazioni e delle organizzazioni a lei aggregate. Suisseculture ha l’obiettivo di favorire gli interessi ideali, economici e sociali dei creatori di opere tutelate dai diritti d’autore e dei loro interpreti.

 

Contatto: Suisseculture, Hans Läubli, Kasernenstrasse 23, casella postale 1957, CH-8021 Zurigo, tel.: +41 43 322 07 30, info(at)suisseculture.ch, www.suisseculture.ch (home page francese e tedesco)

 



Suisseculture Sociale

 

Nell’agosto del 1999 è stato fondata l’associazione Suisseculture Sociale, ente responsabile di un fondo sociale. Le basi legali per il fondo sociale sono disciplinate da un contratto stipulato tra l’Ufficio federale della cultura e Suisseculture Sociale. L’associazione gestisce il fondo per il sostegno dei professionisti dell’ambito culturale, che si ritrovano in situazioni sociali ed economiche precarie. Il fondo è alimentato dalla Confederazione, da organizzazioni culturali e altri donatori. I membri dell’associazione sono associazioni di operatori culturali di tutti i settori.

 

Inoltre Suisseculture Sociale, sia sul piano politico, sia sul piano organizzativo e di coordinamento delle varie organizzazioni culturali, si impegna a favore della realizzazione e dello sviluppo dell’assicurazione sociale degli operatori culturali.

 

Grazie all’impegno di Suisseculture Sociale, infatti, il 1° maggio 2009 cinque istituzioni di previdenza hanno fondato la rete previdenza cultura Netzwerk Vorsorge Kultur, di cui il servizio di consulenza viene svolto da Suisseculture Sociale. Gli obbiettivi della rete sono: la promozione della previdenza professionale per gli operatori culturali (in particolare degli operatori liberi professionisti e indipendenti); il coinvolgimento delle associazioni culturali nel miglioramento della situazione di previdenza per gli operatori culturali; la consolidazione delle responsabilità da parte dei promotori culturali rispetto alla previdenza degli operatori culturali e delle norme che favoriscono una promozione culturale responsabile. Per ulteriori informazioni si veda Réseau prévoyance culture (home page francese e tedesco).

 

 

Membri di Suisseculture Sociale

Autrici ed Autori della Svizzera AdS

Fondazione Forberg

Fondazione sociale di ProLitteris

Solidaritätsfond Suissimage

Suisseculture

Association Suisse des Musiciens ASM/STV

Sindacato Musica Svizzera SMS

Verband Filmregie und Drehbuch Schweiz ARF/FDS

Associazione creatori teatrali indipendenti ACT

Visarte

 

Comitato di Suisseculture Sociale

Claudia Galli, ACT

Regine Helbling, Visarte

Csaba Kézer, ASM/STV

Hans Läubli, Suisseculture

Nicole Pfister Fetz, AdS, presidente

Yolanda Schweri

Brigitte Zimmermann, ARF/FDS, ufficio di consulenza Netzwerk Vorsorge Kultur

 

Segretaria generale

Verena Röthlisberger

  

Contatto e ulteriori informazioni

Per informazioni generali:

Suisseculture Sociale, Casella postale, 8031 Zurigo, scsinfo(at)vtxmail.ch, www.suisseculture.ch/fr/suisseculture-sociale.html  (home page francese e tedesco)

    

Fondo per il sostegno dei professionisti dell’ambito culturale che si ritrovano in situazioni sociali ed economiche precarie

Per le DOMANDE DI SOSTEGNO rivolgersi direttamente al Fondo, vengono considerate solo le domande scritte (!): Suisseculture Sociale, Casella postale 8031 Zurigo, scsinfo(at)vtxmail.ch.

 

Per fare una DONAZIONE a favore del sostegno dei professionisti dell’ambito culturale che si ritrovano in situazioni sociali ed economiche precarie, rivolgersi direttamente alla presidente di Suisseculture Sociale: scsinfo(at)vtxmail.ch.

 

 

Réseau prévoyance culture

Brigitte Zimmermann, Netzwerk Vorsorge Kultur, Casella postale 2164, 8031 Zurigo, tel. +41 44 253 19 65 (martedì e giovedì), info(at)vorsorge-kultur.ch, www.vorsorge-kultur.ch/fr (home page francese e tedesco).

 



Buchlobby Schweiz


La lobby del libro Buchlobby Schweiz è un’iniziativa di persone e organizzazioni di tutte le regioni linguistiche nazionali che lavorano per il libro e nel suo ambito. Tra loro ci sono autori, editori, biblioteche, rappresentanti di organizzazioni culturali e di categoria, librai e personaggi pubblici. Anche l’AdS partecipa attivamente al lavoro della Buchlobby Schweiz.

 

Gli obbiettivi della Buchlobby Schweiz sono:

- sensibilizzare l’opinione pubblica, gli uffici statali e le organizzazioni private alle questioni degli autori, del settore del libro e delle biblioteche

- favorire una politica del libro più consapevole

- migliorare le condizioni necessarie alla creazione, alla pubblicazione e alla distribuzione del libro

- promuovere l’informazione sui libri e la loro realizzazione

 

Contatto: Buchlobby Schweiz, c/o Schweizer Buchhändler- und Verleger-Verband SBVV, Alderstrasse 40, casella postale, CH-8034 Zurigo, tel.: +41 44 421 36 00, fax: +41 44 421 36 18, www.buchlobby.ch (home page tedesco)

 



European Writers‘ Council (EWC)

 

L’EWC è l’organizzazione mantello europea delle associazioni di autori e traduttori letterari. Nel 2010 l’EWC conta 60 associazioni di autori provenienti da 34 paesi europei, di cui anche l’AdS. Le varie associazioni rappresentano più di 100'000 singoli autori e traduttori letterari.

L’EWC ha l’obbiettivo di promuovere la varietà dell’espressione letteraria, di rendere noto il ruolo sociale degli operatori culturali e della cultura in generale e di promuovere la tutela dei diritti d’autore e la valorizzazione economica delle opere di autori letterari nell’era digitale. Inoltre l’EWC difende gli interessi professionali dei suoi membri – portatori di identità attive della società civile a livello nazionale ed europeo – nel contesto legale e politico.

 

Contatto: European Writers‘ Council (EWC), Myriam Diocaretz, 87, rue du Prince Royal, B-1050 Bruxelles, tel.: +32 2 5510 893, EWC-Secretariat(at)inter.nl.net, www.europeanwriters.eu (home page francese e inglese)

 



Conseil Européen des Associations de Traducteurs littéraires (CEATL)

 

Il CEATL è l’organizzazione mantello delle associazioni dei traduttori letterari. Nel 2010 il CEATL conta 28 associazioni provenienti da 24 paesi europei, con circa 8500 singoli traduttori. Il CEATL ha due livelli di attività, un livello interno e uno esterno.

A livello interno raccoglie informazioni sulla situazione dei traduttori letterari nei paesi e nelle regioni presenti nell’organizzazione, e comunica le esperienze e gli esempi di best practice osservati nei vari paesi.

A livello esterno il CEATL si impegna per le questioni legali, sociali ed economiche dei traduttori letterari nel contesto europeo. Inoltre rappresenta gli interessi dei traduttori presso l’UE e informa sulle eventuali risposte della società a manifestazioni o tendenze che avrebbero delle ripercussioni sul lavoro o sulla qualità della traduzione letteraria. A livello individuale aiuta le singole associazioni a promuovere la posizione dei traduttori letterari nel proprio paese.

 

Contatto: Conseil Européen des Associations de Traducteurs littéraires (CEATL), Maison du livre/VAV, Te Boelaerlei 37, B-2140 Borgerhout, www.ceatl.org (home page francese e inglese)

 



Piattaforma web svizzera per la mediazione culturale


mediazione-culturale.ch è una piattaforma informativa che offre un’ampia panoramica sulla mediazione culturale in Svizzera. Rende visibile l’attività di mediazione culturale nei vari campi artistici, agevola l’incontro fra domanda e offerta, mette gli esperti in contatto tra loro e stimola la discussione sulla mediazione.

La piattaforma svizzera per la mediazione culturale è un’iniziativa dell’Alta scuola pedagogica PHBern, della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia e della Commissione svizzera per l’UNESCO. Pro Helvetia partecipa a mediazione-culturale.ch nel quadro del suo programma Mediazione culturale 2010–2012. La piattaforma è sostenuta dalla Fondazione Ernst Göhner e dalla Fondazione Mercator Svizzera.

Allo scopo di ancorare il sito internet tra gli specialisti del settore, mediazioneculturale. ch collabora con circa venti istituzioni partner in tutta la Svizzera. Dopo una fase pilota di due anni (2011-2012) la piattaforma dovrebbe essere affidata a un nuovo organo gestore, fondato su un ampio consenso a livello nazionale nel campo della politica culturale e della formazione, che ne assicurerà il funzionamento a lungo termine.

 


Contatto: Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura, Programma Mediazione culturale, Eva Richterich, Responsabile di progetto, Hirschengraben 22, CH-8024 Zurigo, tel.: +41 44 267 71 20, erichterich(at)prohelvetia.ch, www.prohelvetia.ch

 



Società svizzere di gestione

 

In Svizzera, le cinque società di gestione ProLitteris, SSA, SUISA, SUISSIMAGE e SWISSPERFORM si adoperano affinché gli artisti di ogni disciplina vengano equamente indennizzati per l'utilizzo delle proprie opere. Esse negoziano, con gli attori dell'economia e del sapere e con le imprese di radio e televisione, le tariffe per l'utilizzo di opere protette da diritti d'autore, su cui si basano gli introiti che vengono in seguito redistribuiti agli aventi diritto. Riguardo ai compiti e alle attività delle società svizzere di gestione vi potete informare in modo chiaro e dettagliato sul nuovo sito, comune a tutte e cinque le società di gestione, www.swisscopyright.ch.